6° appuntamento, il Mugello Circuit mischia le carte!

Un weekend che si prospettava afoso ha di fatto per metà risposto alle attese; dal venerdi al sabato pomeriggio (Q comprese) i centauri del Trofeo Italia Naked 2019 by Chinotto Neri Official hanno trovato il circuito toscano con quasi 60° sull’asfalto, ma così non è stato la domenica mattina.

Il giorno della gara difatti, già dalle prime luci dell’alba, non preannunciava niente di buono e così è stato con un violento temporale che si è abbattuto sui sali scendi del circuito costringendo i nostri a “calzare” le rain e infilarsi tra i sali scendi bagnati; al pronti via (partenza ridotta a 2 giri di warm up e 8 giri di vera e propria gara) Giampiero Tuono Scopetani scattava molto bene dalla pole position ottenuta grazie ad un ottimo 1’59.795 ottenuto grazie ad un eccelso lavoro (iniziato dalla prima gara) da parte del suo team capitanato da Giovanni Sartorato e dalle coperture della Dunlop D 212 Gp Racer. Giro dopo giro però si avvicinava Nicola Ruggiero in sella alla sua Mv Brutale che in qualifica aveva pagato la poca cavalleria ma che sul bagnato si trasformava ed andava a vincere per un nulla (48 millesimi!) proprio davanti al pilota dell’Aprilia Tuono.

In terza piazza si classificava un pimpante Antonio Marzo che saltava la Q2 del giorno prima per dei problemi al suo mezzo, poi risolti durante la notte grazie al team by Sabino D’Amico; quarta piazza (ma vincitore della classifica esordienti) per la Triumph di Andrea Sgariboldi che precedeva un Luciano Girlanda emozionatissimo per la sua gara al Mugello ma che era ancora in forse se farla o meno per la mancanza delle gomme rain (poi fortunatamente trovate).
Le Under di Stefano Righi e di Antonio Vascon Mc Brain preferivano non partire come la Ducati Monster di Giangiorgio Plenario.

APPUNTAMENTO PER L’ULTIMA TAPPA IL 29 SETTEMBRE PRESSO IL Misano World Circuit.
TROFEO ITALIA NAKED, ANIMA SPORTIVA STILE NAKED!
Foto by Fotoagenzia31 – Sport